With: Arch. Carlo Chiavi | Feb 2013 | Competition

La proposta progettuale che qui viene presentata può essere intesa come una cerniera, una porta ed un paesaggio della memoria.
Cerniera perché il progetto ha come ruolo quello di collegare fra di loro la nuova stazione, il polo direzionale e commerciale, la vecchia stazione trasformata in museo ed il centro storico di Cividale (con il sistema delle mura e i giardini pubblici).
Porta perché, a partire dai suoi mutamenti recenti, Cividale si troverà ad avere un nuovo “volto” a nord, che muta la percezione di chi la attraversa o vi abbia destinazione.
Paesaggio della memoria perché, traendo spunto dal tema della Prima Guerra Mondiale, lo spazio cerca una relazione metaforica e funzionale con il programma museale e culturale cui è stata destinata e, al tempo stesso, apre molteplici punti di vista sull’orizzonte alpino in cui molti episodi bellici si sono svolti.
La composizione degli spazi cerca una mediazione sintetica fra queste esigenze, puntando a definire un insieme di luoghi ordinati, riconoscibili, interconnessi e diversificati.

cividale01

cividale02

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *